Coronavirus, caso sospetto a Palermo, fuggi fuggi all’ospedale Cervello

L’arrivo di un uomo che denunciava di essere stato contagiato dal coronavirus ha generato il panico generale all’ospedale Cervello di Palermo. È accaduto questa mattina.

La psicosi da contagio da coronavirus si sta facendo sempre più forte nonostante gli inviti alla calma da parte delle autorità. L’uomo è stato visitato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Cervello dopo che è entrato senza fare il triage (come prevede il protocollo). Denunciava tosse, febbre e occhi rossi e ha fatto sapere di aver cenato un mese fa con alcune persone di nazionalità cinese.

Dopo i controlli che non hanno destato sospetti da parte dei sanitari, l’uomo è stato mandato al pronto soccorso per ulteriori controlli. È stato sottoposto al tampone ed è stato portato di nuovo al reparto di Malattie Infettive.

Alla notizia però si è scatenato in panico da parte dei pazienti dell’ospedale Cervello che erano in attesa in sala d’aspetto per essere sottoposti al triage. È scattato il fuggi fuggi generale e la sala è rimasta deserta. Intanto l’uomo è stato messo in isolamento all’interno di una stanza del reparto.