Home Cronaca Il Coronavirus è in Italia, 16 contagiati, in isolamento 250 persone

Il Coronavirus è in Italia, 16 contagiati, in isolamento 250 persone

0

Il coronavirus alla fine è arrivato anche in Italia. Sono numerose e preoccupanti le notizia che si susseguono in queste ore che provengono da alcuni ospedali del Nord Italia.

Sono 16 i casi di persone contagiate da coronavirus Sars-CoV-2. Due sono in Veneto e 14 in Lombardia ma pare che il dato sia destinato a salire. I due veneti positivi al virus cinese sono in isolamento in ospedale in attesa che arrivino i risultati del secondo test.

In Lombardia è il focolaio di coronavirus più preoccupante. Tra le persone risultate positive ci sono un uomo di 38 anni dipendente della Unilever di Lodi, ricoverato in terapia intensiva a Codogno. “Nostro figlio è gravissimo. Siamo distrutti”. Parlano così i genitori del 38enne positivo al coronavirus. “E’ intubato, dorme, una cosa penosa”, aggiungono in una intervista a Fanpage.it. La coppia è in auto-quarantena: “Ci hanno detto di non uscire e di non fare entrare nessuno. Noi? Stiamo bene, non abbiamo nessun sintomo, ma non possiamo proprio dire che stiamo bene”, aggiungono in attesa di essere sottoposti agli esami del caso per sapere se sono stati contagiati.

Secondo quanto si apprende, l’uomo nei giorni scorsi avrebbe cenato con un cinese che era tornato dalla Cina. Si tratta di un dipendente della Mae di Fiorenzuola d’Arda, nel Piacentino. Anche la moglie del 38enne sarebbe stata contagiata dal coronavirus. Preoccupa il fatto che la donna è incinta. Il marito negli ultimi giorni ha partecipato a due gare di corsa ed è alta la probabilità che possa avere contagiato altre persone. E infatti è risultato positivo un uomo che aveva fatto sport con l’uomo oltre a due clienti del bar in cui lavora.

È stato ricoverato anche il medico che ha visitato il 38enne. Ha la polmonite ma ancora non è chiaro se sia stato contagiato.

Altri 5 casi di coronavirus sono stati resi noti dall’assessore al Welfare della Lombardia Gallera. Sono 5 sanitari e medici dell’ospedale di Codogno e 3 pazienti.

A Piacenza risulta ricoverata una donna, collega del 38enne positivo al coronavirus che presenterebbe alcuni sintomi ricollegabili al virus cinese.

Al momento sono 250 le persone messe in isolamento. Tra loro ci sono 149 infermieri, medici e famliari che hanno avuto contatti con il 38enne. Tra loro anche i colleghi di lavoro

L’assessore lombardo Gallera ha invitato la popolazione di Castiglione d’Adda, Codogno e Casalpusterlengo a non uscire di casa a scopo precauzionale. Chiuse le scuole, ristoranti e negozi. Sospesi i festeggiamenti per il carnevale e gli eventi sportivi a Castiglione d’Adda.

Dal Ministero della Salute è giunto l’obbligo di quarantena «fiduciaria» domiciliare per chi è tornata da un viaggio in Cina negli ultimi 14 giorni. La Regione Lombardia ha emesso un’ordinanza che riguarda circa 50mila persone in seguito all’epidemia di coronavirus.

Allo Spallanzani di Roma risulta guarito il giovane ricercatore che era stato ricoverato. «Risulta persistentemente negativo al test sul coronavirus». E’ ancora in osservazione Niccolò lo studente di Grado riportato in Italia da Wuhan. Migliorano le condizioni della coppia di cinesi positivi ricoverati, soprattutto quelle dell’uomo. E sono usciti dalla quarantena i 55 connazionali che erano stati rimpatriati da Wuhan ed erano stati tenuti in isolamento alla Cecchignola.

 

Articolo precedenteTragedia a San Vito lo Capo, muore a 19 anni Osvaldo Kenka
Articolo successivoTragedia al Carnevale di Sciacca, bimbo cade dal carro e muore (VIDEO)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui