Asportato tumore gigante di 12 kg alla Maddalena, operazione record a Palermo

La donna ha subito l’asportazione di una grossa massa che occupava l’addome e che comprimeva gli organi

Alla Maddalena di Palermo è avvenuto un mezzo miracolo dopo che a una paziente di 60 anni è stato asportato un tumore gigante di ben 12 chili. Si tratta di una di quelle operazioni ad alto rischio per la vita degli ammalati.

La grossa massa tumorale è stata asportata con successo dall’equipe specializzata in chirurgia oncologica della clinica palermitana.

La paziente è una signora di 60 anni dell’entroterra siciliano. Dopo aver peregrinato per numerosi centri in Italia, è stata visitata dal dottor Pietro Mezzatesta che dopo aver informato la famiglia dei rischi ha dato l’ok all’operazione. Un’operazione , come detto, rischiosissima ma che per fortuna è andata nel migliore dei modi.

La donna ha subito l’asportazione di una grossa massa che occupava l’addome e che comprimeva gli organi. In tutto l’operazione è durata  5 ore. “L’intervento era complesso per l’impossibilità a raggiungere dei piani anatomici sicuri – dice il chirurgo oncologo Lucio Mandalà che ha operato – Eravamo in presenza di una massa che occupava l’intera cavità addominale. A ciò si aggiunge la gestione anestesiologica di una paziente gravemente compromessa nella funzionalità di più organi e apparati per il tumore”.

La signora Adele, questo il nome della paziente, era passata da diversi centri ma tutti i medici consultati avevano escluso l’operazione per l’altissima probabilità di morte e avevano optato per cure palliative con medicinali per la gestione dei sintomi.

“La paziente è stata dimessa dopo il decorso post operatorio durato un mese – aggiunge Mandalà – durante il quale si sono avvicendate tutte le figure professionali della Maddalena che hanno contribuito alla ripresa fisica e psichica. La donna infatti dopo alcuni giorni dal risveglio era depressa per la sua debolezza e pensava di non riuscire più a camminare”.

La donna ha festeggiato il Natale e il capodanno nel reparto di Chirurgia ma con grande gioia ha spento 60 candeline a casa sua. L’equipe che ha operato era composta anche dai chirurghi Luigi Casà, Paolo De Marco, dagli anestesisti Sebastiano Mercadante, Patrizia Villari e Fabrizio David e dagli infermieri Francesco Marabeti e Antonio Coppola.