Muore Guido Messina, campione di ciclismo degli anni 50, sconfisse Fausto Coppi

Ecco chi era Guido Messina un pezzo di storia del ciclismo italiano

Muore Guido Messina, campione storico di ciclismo. Con lui se ne va un importante pezzo di storia del ciclismo italiano. Guido Messina era siciliano, era nato a Monreale il 4 gennaio 1931, ed è morto all’età di 89 anni a Caselette dove viveva.

Guido Messina è morto all’ora di pranzo all’interno della sua casa a Caselette, in provincia di Torino. E’ considerato dagli appassionati di ciclismo tra i migliori inseguitori italiani di tutti i tempi.

Il suo palmares conta un titolo olimpico ottenuto alle olimpiadi di Helsinki nel 1952, ben cinque titoli mondiali, due tra i dilettanti, tre tra i professionisti e sette maglie tricolori. Guido Messina era un ottimo ciclista anche su strada. Vinse la prima tappa del Giro d’Italia del 1955 Torino-Milano, conquistando la maglia rosa. Al momento era la maglia rosa più anziana vivente.

La sua prima vittoria iridata risale a quando aveva 17 anni. Battè nel corso della sua carriera campioni del calibro di Hugo Koblet (nel ‘54 a Colonia) e Jacques Anquetil (nel ‘56 a Copenaghen).  Il 9 ottobre del ‘55 al Vigorelli di Milano in quella che venne definita “la sfida del secolo”. L’avversario sconfitto, quella volta, si chiamava nientemeno che Fausto Coppi.

Guido Messina, originario di Monreale, muore proprio nell’anno in cui nella cittadina normanna è in programma la partenza della prima tappa italiana del Giro d’Italia.