Incidente mortale sulla Palermo-Messina, a Cafalù auto sotto un tir, una vittima

Il tratto stradale interessato dall’incidente mortale è per il momento chiuso

Incidente mortale sulla Palermo-Messina all’altezza di Cefalù dove un’automobile è finita sotto un autocarro. Forse la pioggia o l’alta velocità la causa dell’incidente.

Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito in seguito a un grave incidente stradale che si è verificato lungo l’autostrada Palermo-Messina nei pressi dello svincolo di Cafalù. Non si conoscono ancora le dinamiche del grave incidente, né le generalità delle vittime.

Per liberare le persone rimaste dentro le lamiere delle vetture accartocciate vetture sono intervenuti i vigili del fuoco.

Vittime dello schianto padre e figlio, con il primo, Vincenzo Nicoletti, 75 anni, di Catanzaro, che è morto sul colpo, mentre il secondo, un uomo di 38 anni, lotta tra la vita e la morte all’ospedale Giglio di Cefalù.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale di Buonfornello, i due viaggiavano su una Nissan Qashqai, intestata a una società di noleggio, che procedeva in direzione di Messina, quando subito dopo un rettilineo in discesa, vicino lo svincolo di Cefalù, il suv ha tamponato un autocarro, che era fermo nella corsia d’emergenza pare per soccorrere un altro mezzo. L’impatto è stato devastante: il settantacinquenne è morto subito nonostante i soccorsi, il figlio è stato ricoverato in codice rosso al «Giglio», ed è gravissimo. Indagini della Polstrada che sta ricostruendo l’incidente, con ogni probabilità provocato anche dall’asfalto estremamente scivoloso nelle scorse ore. Disagi ovviamente alla circolazione, con la A20 che è stata chiusa in un tratto, con uscita obbligatoria a Buonfornello. Difficoltà per i mezzo in transito anche sulla A19 Palermo-Catania, dove ieri per quasi tutto il giorno c’è stato ghiaccio soprattutto nelle zone interne, dallo svincolo Scillato fino ad arrivare ad Enna, con tutti i disagi del caso