Omicidio al Cep di Palermo, freddato Paolo Lombardino

L’uomo è morto in ospedale dopo essere stato crivellato da colpi di arma da fuoco

Omicidio nel quartiere Cep di Palermo. Paolo Lombardino, 47 anni, è morto dopo essere stato raggiunto da alcuni colpi di pistola.

Paolo Lombardi era un carpentiere palermitano ed è stato ucciso sotto casa in via Zumbo, nel quartiere periferico di Palermo.

Secondo il racconto dei parenti di Lombardino, l’uomo sarebbe andato a controllare l’auto parcheggiata sotto casa ma una volta in strada sarebbe stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco alla gamba.

I proiettili hanno provocato una grossa emorragia all’uomo che è morto dopo il ricovero in ospedale.

I familiari hanno portato Paolo Lombardino all’ospedale Cervello. I sanitari hanno allertato le forze dell’ordine.

Le indagini sull’omicidio del Cep ora sono condotte dalla squadra mobile di Palermo.