Sciolto il Comune di Mezzojuso, rischio di infiltrazioni criminali

La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri che ha sciolto il consiglio comunale di Mezzojuso

Sciolto il comune di Mezzojuso perché ci sarebbe il concreto rischio di infiltrazioni mafiose.

La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri che ha sciolto il consiglio comunale di Mezzojuso. Come conseguenza diretta decade anche sindaco Salvatore Giardina. Da mesi ormai il palazzo del Municipio è al centro delle polemiche dopo il caso della sorelle Napoli, che si battono contro la mafia dei pascoli.

La notizia dello scioglimento viene riportata da La Repubblica che nel 2017 aveva fatto dato notizia del caso delle sorelle Napoli.

Nei mesi scorsi il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, aveva nominato gli ispettori della commissione di indagine per verificare eventuali condizionamenti da parte della criminalità organizzata all’interno dell’amministrazione.

Recentemente nel Palermitano era stato sciolto per infiltrazioni mafiose anche il comune di San Cipirello.