Caro aerei, la Regione offre agli studenti il pullman per tornare in Sicilia

I collegamenti da Milano, Roma e Napoli saranno offerti dal 20 al 23 dicembre e dal 5 al 7 gennaio.

Ad un prezzo simbolico gli studenti siciliani torneranno a casa a bordo dei pullman dell’azienda siciliana di trasporto pubblico

La Regione combatte il caro aerei con i pullman dell’Ast e mette a disposizione viaggi verso la Sicilia a prezzo simbolico per gli studenti che vogliono tornare in Sicilia durante le vacanze di Natale.

Una gradita trovata è quella messa a segno dal Governatore Musumeci che ha voluto dare un segnale alle migliaia di giovani siciliani emigrati al Nord per motivi di studio o di lavoro e che vorrebbero tornare sull’Isola per trascorrere in famiglia il Natale e il Capodanno.

Così il governo Musumeci tende una mano agli studenti siciliani che si trovano al Nord e che rischiano di non potere rientrare in Sicilia per il periodo natalizio, a causa delle proibitive tariffe aeree. Attraverso l’Azienda siciliana trasporti – una delle partecipate dalla Regione – saranno infatti messi a disposizione per i giovani fuorisede fino a otto pullman, ad un  costo simbolico per viaggiatore che va dai dieci ai trenta euro.

“Di fronte al cinismo dei vertici Alitalia e all’insensibilità del governo centrale – spiega il presidente Nello Musumeci – la Regione viene in soccorso di quei giovani studenti siciliani fuori sede, impossibilitati a sopportare il vergognoso costo del biglietto aereo. In alcuni casi, si superano gli 800 euro. Per noi si tratta di una battaglia per la giustizia che condurremo senza tregua”.

Il servizio, che inizia a Milano e prevede una sosta a Roma e una a Napoli, sarà offerto dal 20 al 23 dicembre e dal 5 al 7 gennaio. Le prenotazioni si ricevono direttamente all’Ast. Nei prossimi giorni tutti i dettagli sui siti ufficiali della Regione e dell’Azienda siciliana trasporti.