Notti Bianche Unesco a Monreale, Palermo e Cefalù: l’arte e la cultura si svelano

Il 27, 28 e 29 settembre grande festa all’interno dell’Itinerario Arabo Normanno Unesco

Palermo, Monreale e Cefalù si animano con le «Notti Bianche Unesco». Tre diversei appuntamenti con l’arte, la storia e la cultura nei tre siti Unesco che fanno parte dell’Itinerario Arabo Normanno.

In occasione del #Settembreunesco i gioielli di Palermo, Monreale e Cefalù spalancano le proprie porte ai visitatori nel corso di tre distinte serate.

A Palermo aprono le porte di nove siti ancora non inclusi nell’itinerario arabo-normanno. La notte del 27 settembre saranno aperti al pubblico il complesso di Palazzo Reale, con la Cappella Palatina e i giardini reali, animati da concerti nel cortile Maqueda con visite a cura della Fondazione Federico II.

La sera saranno aperte anche la Cattedrale, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la chiesa bizantina di Santa Maria dell’Ammiraglio (la Martorana) e la purissima San Cataldo. Saranno fruibili pure il sollazzo normanno della Zisa e Ponte dell’Ammiraglio. Tutti i siti saranno visitabili dalle 19 a mezzanotte, il complesso di Palazzo Reale dalle 20 alle 23,30.

La giornata di sabato sarà dedicata alle bellezze di Monreale, diamante dell’arte arabo-normanna che recentemente ha inaugurato anche il percorso unico del complesso abbaziale della Basilica Unesco. A Monreale è previsto un fitto calendario di eventi. Spettacoli di pupi, presentazioni di libri e recital, tra cui un concerto della Cantoria del Teatro Massimo alle 21 in piazza Guglielmo, mentre il Collegio di Maria accoglierà alle 20,30 un concerto di fiati della Banda Guglielmo II e il santuario Maria SS. Addolorata Calvario delle Croci, alle 21, il concerto “Cantando Maria” del Coro Cum Iubilo.

Le absidi del Duomo di Monreale, infine, ospiteranno alle 22 un concerto jazz del chitarrista Sergio Munafò. Il complesso Guglielmo II sarà aperto dalle 19 a mezzanotte, la casa di cultura Santa Caterina dalle 17 alle 21, mentre il Duomo, il chiostro benedettino, il museo Diocesano e la Torre meridionale apriranno le porte dalle 20,30 a mezzanotte con visite guidate a cura della Parrocchia di Santa Maria La Nova.

Domenica 29 sarà la giornata di Cefalù: Cattedrale e chiostro saranno aperti gratuitamente dalle 20 a mezzanotte; nella basilica, dalle 20 alle 22, Salvatore Grisanti proporrà una lettura iconologica dei mosaici absidali. Partecipano anche il Museo Mandralisca che alle 17 ospiterà i Pupi antimafia di Angelo Sicilia e l’Ottagono Santa Caterina dove saranno esposti gli scatti di Rosellina Garbo che “racconta” per immagini i nove siti del percorso Unesco arabo normanno.