Home Economia Acquistare casa in Sicilia, scendono i prezzi e i tassi dei mutui

Acquistare casa in Sicilia, scendono i prezzi e i tassi dei mutui

0

Anche in Sicilia è un periodo buono per chi deve acquistare una casa con un mutuo e un periodo da non perdere per ricontrattare migliori condizioni di finanziamento.

È la nuova spinta impressa dalla Bce che dona ricadute positive su quanti sono alle prese con un mutuo, alzando ancora più in alto l’asticella dei saldi. Ma non sempre lo sconto è automatico, bisogna anche saperne approfittare.

Bisogna guardare ai tempi: secondo le previsioni la situazione favorevole potrà continuare per almeno un altro anno. Poi, se le politiche messe in atto da Mario Draghi avranno successo, allora il quadro potrebbe cambiare, volgendo verso una «normalizzazione».

Sarebbe questo il momento ideale per comprare cosa con l’aiuto delle banche approfittando pure della discesa del prezzo delle case. In Sicilia il prezzo delle abitazioni infatti continua a scendere.

Chi invece sta già pagando un mutuo, lo può rinegoziare con la propria banca oppure passare, con una surroga, all’operatore che offre il miglior prezzo.

«Negli ultimi mesi le richieste di surroghe da parte dei cittadini hanno registrato un notevole incremento, e certamente continueranno nelle prossime settimane», dice il Codacons.

Secondo l’associazione a tutela del consumatore, prendendo a riferimento un mutuo di 120 mila euro spalmato in 30 anni, i vantaggi di una surroga vanno dai 500, per chi ha sottoscritto nell’ultimo anno, ai 2.000 euro, per i contratti più vecchi che risalgono a 10 o 15 anni fa.

Ma ancora meglio andrà a chi apre oggi il prestito e può subito contare su un indice Euribor, a cui la rata si aggancia, negativo, quello a tre mesi è a -0,43%. Tanto che, osserva l’Unione nazionale consumatori, «la differenza tra i due tassi», fisso e variabile, «è davvero minima».

Quale tasso scegliere allora? Per l’Unc tutto dipende dalla situazione personale. Chi ha un prestito già in corso con un tasso variabile potrebbe valutare se «passare ad un fisso, essendo diventato così conveniente». Certo molto dipende dal tempo che manca, visto che sono le prime rate quelle su cui caricano gli interessi, mentre le ultime guardano al rimborso del capitale.

Quanti invece accendono ora un mutuo e optano per il variabile devono essere consapevoli di una cosa, come raccomanda l’Unc, che «i tassi non potranno che risalire». Quindi libera scelta, è la tesi dell’Unione nazionale consumatori, se però si è clienti attraenti per le banche, in grado di poter facilmente rivedere le condizioni e passare da un tasso a un altro.

Comunque di surroghe in questi anni se ne sono fatte. Lo strumento per cambiare banca gratis, cercando clausole più vantaggiose, è stato previsto da Bersani più di dieci anni fa. E già dal 2015 il suo utilizzo ha cominciato a lievitare, proprio in coincidenza con l’abbassamento dei tassi di riferimento per i mutui. Il ragionamento però è che questa situazione non potrà durare per sempre, con indici sottozero, ai minimi storici. (fonte Giornale di Sicilia)

Articolo precedenteCane torturato a Partinico, è giallo sul responsabile
Articolo successivoIl siciliano Salvatore Medica a X-Factor, pubblico in delirio e 4 Sì (VIDEO)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui