Avvisato in Sicilia il Vermocane: effetto urticante se toccato

L’ultimo avvistamento a Pantelleria nei giorni scorsi

Anche nel mare della Sicilia spunta il Vermocane. No, non si tratta di una figura della mitologia greca ma di un animale marino che già da qualche hanno si fa vedere lungo le coste della Sicilia. L’ultimo avvistamento in ordine di tempo a Pantelleria, come riporta la testata locale “Il Giornale di Pantelleria“.

“Già lo scorso anno, si legge nella testata pantwsca, abbiamo registrato la testimonianza di un abitante di Pantelleria, quest’anno la presenza del vermocane è stata confermata nei pressi di mare della Mediatica”.

L’animale che dall’aspetto non è dei più rassicuranti si starebbe dunque insediando anche nei litorali dell’isola siciliana.

Del resto gli effetti del contatto con le sue setole bianche sono medesimi, se non peggiori del tentacolato mollusco.

Il vermocane è già molto diffuso nello Stretto di Messina.

Un altro avvistamento del Vermocane è stato fatto in una spiaggia nel reggino jonico nello Stretto di Messina dove è stato avvistato e fotografato negli ultimi giorni un esemplare di Hermodice carunculata.

Come si può leggere sul giornale locale StrettoWeb, una donna mentre faceva il bagno con i suoi figli ha rinvenuto sulla riva questo verme, ed è stata messa al corrente della sua pericolosità. Dopo l’articolo di StrettoWeb, centinaia di bagnanti hanno fotografato altri esemplari di questi strano verme.

Un altro avvistamento nei primi giorni del mese di agosto a Riposto, nel catanese.

La sua presenza sarebbe legata al riscaldamento dell’acqua del mare.
È, infatti, una specie termofila, nel senso che preferisce le acque calde. Nel Mediterraneo si trova anche a basse profondità e solitamente si nasconde tra gli scogli e può essere osservato nelle ore diurne.

Se sfiorato o infastidito può diventare molto fastidioso. Infatti il vermocane è munito di migliaia di setole bianche uncinate fortemente urticanti, perché cariche di tossine; il suo tocco provoca irritazioni molto dolorose, simili a quelle causate dalle meduse.