The news is by your side.

Un milione di turisti nella magica Valle dei Templi di Agrigento e arrivano i cinesi

Nel 2018 intanto c’è stato un record di presenze per l’area archeologica agrigentina

Le vacanze di estate e autunno dovrebbero vedere i cinesi indirizzare le loro preferenze anche verso il Sud

Agrigento, fascino senza tempo e a tutte le ore. Per la Valle dei Templi l’ampliamento delle aperture è un ulteriore stimolo per attrarre turisti nelle strutture della provincia. Anche se quest’anno non c’è il sold out la percentuale delle camere vendute per la notte più importante dell’estate, (14 agosto) sui siti di maggiore vendita on-line, si attesta al 78%.

La Valle dei Templi e la sua organizzazione rappresentano comunque il fiore all’occhiello della zona, e va ricordato lo sforzo fino al 15 settembre per il turno serale dalle 19 alle 22 con uscita dall’area archeologica alle 23.

C’è infatti uno spettacolo al quale non soltanto gli agrigentini, ma soprattutto i turisti, hanno dimostrato di non saper rinunciare: la Valle dei Templi di notte. Perché le rovine archeologiche di Agrigento riescono – durante le ore serali e notturne – ad incantare e a far innamorare anche chi quella Valle la conosce bene. E quest’anno c’è pure una data da ricordare: il 5 luglio con la sfilata internazionale di Dolce & Gabbana.

Nel 2018 intanto c’è stato un record di presenze per l’area archeologica agrigentina che è andata oltre un milione di visitatori. E la Valle dei Templi potrebbe ora incantare anche i cinesi. È l’ultima novità diffusa dai media qualche mese fa con la sottolineatura che Agrigento e la Sicilia sono riconosciute a Shanghai, dove si è tenuta la Fiera del Turismo internazionale, come mete emergenti.

A sostenere l’interesse del Paese del Dragone è l’analisi condotta da un team di influencer e opinion leader che, nell’ambito delle iniziative a Shanghai di quest’anno ha premiato l’Italia come destinazione più popolare anche grazie all’interesse per la Sicilia che ha ottenuto il riconoscimento come «destinazione emergente».

Le vacanze di estate e autunno dovrebbero vedere i cinesi indirizzare le loro preferenze anche verso il Sud e nuove destinazioni del turismo culturale come i siti Unesco della Valle dei Templi di Agrigento, di Pompei e Amalfi. Un ulteriore sviluppo è atteso per l’autunno quando dovrebbero cominciare ad arrivare i turisti cinesi annunciati dopo la visita a Palermo del presidente cinese XI Jinping.

Dal canto suo si sta già attrezzando il Parco archeologico della Valle dei Templi con la «Welcome Chinese Certification», che è il nuovo standard di ospitalità dedicato ai viaggiatori cinesi che garantisce uniformità nella qualità del servizio e supporta le aziende certificate ad accedere al settore dei viaggi in Cina.

Più in generale il risultato che dà la misura del successo della Valle è che si sono registrati oltre un milione di visitatori nel 2018 per il sito archeologico di Agrigento. Tutto questo grazie anche al passa parola perché chi visita la Valle rimane soddisfatto e racconta di un’esperienza positiva.

Oggi l’area archeologica dispone di nuove biglietterie, parcheggi e la fruizione è resa più agevole dai servizi connessi. Se la Valle dei Templi ha superato nel 2018 il milione di visitatori, il merito è di una gestione oculata, di una comunicazione efficiente e di un’immagine rinvigorita da una serie esaltante di eventi: dall’alba al tramonto. Di mille iniziative, tutto l’anno, che hanno portato anche molti riconoscimenti nazionali e internazionali.

Potrebbe piacerti anche