Home Ambiente Le Gole dell’Alcantara, luogo incantato in Sicilia

Le Gole dell’Alcantara, luogo incantato in Sicilia

0

Le Gole dell’Alcantara fanno innamorare chiunque le visiti. Un posto magico che si trova in Sicilia. Laghetti, piccole cascate e spiagge in mezzo al fiume rendono questo luogo uno dei più belli della Sicilia.

La Sicilia offre dei posti spettacolari e le Gole dell’Alcantara sono tra questi. Uno spettacolo e una delle opere più belle della natura dove sembra di stare in un altro pianeta.

Le particolari forme sono state create dalla forza del vulcano. La lava che si raffreddava a contatto con l’acqua ha creato una morfologia incredibile.

Ci troviamo nella Valle dell’Alcantara, tra i comuni di Castiglione di Sicilia e Motta Camastra. Le Gole si estendono per oltre 1900 ettari, la loro altezza invece supera 20 metri, per una larghezza che va dai 2 ai 5 metri.

Il sentiero delle Gole, costeggia agrumeti e punti panoramici incredibili. Si tratta di un percorso di una bassa difficoltà: potrete proseguire attraverso la strada principale oppure, pianificare una giornata di trekking percorrendo deviazioni e altri sentieri che si svincolano davanti a voi.

A Motta Camastra, si trova la gola più imponente, suggestiva e famosa dell’Alcantara, lunga 6 chilometri. I primi 3 km, sono facilmente percorribili anche dai meno esperti. All’inizio del sentiero, c’è una piccola e incantevole spiaggia accessibile però, solo d’estate.

Gli amanti della natura, potranno meravigliarsi dell’incredibile scenario delle Gole attraverso diverse escursioni di ogni grado di difficoltà, adattabili quindi a ogni esigenza.

C’è grande soddisfazione nelle parole del governatore Nello Musumeci che domenica scorsa ha assistito a una replica dell’Inferno nelle Gole dell’Alcantara: “Mi ha colpito il gran numero di turisti stranieri venuto a vedere questo Inferno nelle Gole dell’Alcantara, a conferma della considerazione di cui gode Dante Alighieri anche fuori dai nostri confini e della scelta felice di rappresentare i classici nei luoghi più affascinanti della Sicilia”. Lo spettacolo, nella scorsa estate, è stato visto da quindicimila spettatori.

E anche quest’anno l’Inferno di Dante, adattato e diretto da Giovanni Anfuso, ha fatto registrare finora – sono previste altre nove repliche nel prossimo week end – numeri di rilievo.

Articolo precedenteLa Sicilia è la prima regione italiana che punta sul turismo sostenibile
Articolo successivoLampedusa nel “Blu dipinto di blu”, l’isola musa di Domenico Modugno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui