Home Economia Bonus Sud per chi assume giovani e percettori di reddito di cittadinanza

Bonus Sud per chi assume giovani e percettori di reddito di cittadinanza

0

L’INPS ha dato il via libera alle domande per l’ottenimento degli sgravi fiscali del Bonus Sud per le nuove assunzioni.

L’istituto ha pubblicato la circolare con le istruzioni che servono ai datori di lavoro per utilizzare l’ esonero per le assunzioni, anche con apprendistato professionalizzante e le trasformazioni del periodo 1 gennaio-31 dicembre 2019.

Le indicazioni sono simili a quelle del bonus per le assunzioni dell’anno scorso e per quest’anno sono disponibili 320 milioni di euro.

Le domande presentate entro il 25 luglio che riguardano assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 15 luglio saranno istruite in modo cumulativo secondo l’ordine cronologico delle assunzioni, mentre le domande successive seguiranno il criterio generale dell’ordine cronologico di presentazione.

L’esonero contributivo, della durata di 12 mesi, di importo massimo pari a 8.060 euro, da applicare in quote mensili non superiori a 671,66 euro dovrà essere fruito, a pena di decadenza, entro il 28 febbraio 2021.

Oltre che con l’ esonero strutturale per l’assunzione a tempo indeterminato dei giovani under 30, il bonus Sud 2019 è cumulabile con l’incentivo per i datori che assumono percettori del reddito di cittadinanza.

Né la legge né la circolare Inps individuano un limite complessivo di cumulabilità, mentre specificano che, qualora l’ esonero contributivo sia saturato dal bonus Sud, l’ agevolazione del reddito di cittadinanza sarà fruita attraverso un credito d’ imposta.

Per comprendere le regole del cumulo si attendono la circolare Inps sull’ incentivo per le assunzioni dei percettori del reddito di cittadinanza, nonché il decreto che disciplinerà il recupero attraverso il credito d’imposta.

Rispetto al cumulo con l’incentivo per le assunzioni a tempo indeterminato dei giovani, poiché il decreto Anpal 178/2019 richiama espressamente l’ incentivo per le assunzioni 2019 di giovani under 35 attualmente inapplicato per mancanza del decreto attuativo, il cumulo secondo Inps non riguarda l’ incentivo all’occupazione giovanile stabile dei giovani under 30 in quanto non richiamato dalla disciplina del nuovo bonus Sud 2019. (fonte gds)

Articolo precedenteA Terrasini è obbligatorio baciarsi, ecco la città dell’amore di Sicilia
Articolo successivoA Balestrate un mare da sogno e fiumi di birra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui