Un milione di turisti per Pantelleria e Egadi: nasce Islands of Sicily

La struttura e’ stata voluta dall’Autorita’ di Sistema portuale del Mare di Sicilia Occidentale

Da oggi raggiungere Pantelleria e le Isole Egadi sarà più piacevole per turisti e isolani grazie al nuovo terminal al porto di Trapani.

Si tratta di un terminal moderno, con all’interno la zona biglietteria, un bar, uno spazio di attesa climatizzato con 70 posti a sedere e uno spazio esterno coperto, con altri 70 posti.

E’ stato inaugurato al porto di Trapani il “Fast Ferry Terminal”, il nuovo terminal sulla Banchina Marinella per i passeggeri in partenza per le Egadi e per Pantelleria. La struttura e’ stata voluta dall’Autorita’ di Sistema portuale del Mare di Sicilia Occidentale.

Sarà una nuova “casa” per il milione di passeggeri che ogni anno raggiunge da Trapani le Isole Egadi e Pantelleria.

La nuova struttura risponde alle esigenze di turisti e cittadini che prima erano costretti a sostare sotto il sole o sotto alcuni gazebo in attesa delle partenze degli aliscafo.

Intanto nasce Islands of Sicily, la Dmo, con cinque soggetti promotori e 19 soci fondatori, per promuovere in modo univoco il prodotto sul mercato nazionale ed internazionale
C’è un nuovo prodotto turistico per l’incoming di casa nostra. Si chiama Islands of Sicily, precisamente è una Dmo, Destination Marketing Organisation, nata di recente, dedicata alle isole di Sicilia. Cinque i soggetti promotori, Ata Isole Egadi, Federalberghi Isole Eolie, Federalberghi Isole Pelagie, Pantelleria Islands e Visit Ustica.

Mentre sono 19 i soci fondatori, tra operatori turistici, singoli imprenditori, associazioni e consorzi riuniti in forma di s.r.l. che hanno creduto in questa idea.

L’intento alla base è creare un soggetto che promuova le isole minori di Sicilia, 15 in tutto, come brand unico, creando un prodotto turistico da commercializzare (tramite operatore interno, ndr) in Italia e all’estero come “prodotto unico – spiega il presidente Christian Del Bono -. Abbiamo fatto un test che è andato a buon fine, partecipando con il marchio a due fiere estere a Monaco e a Berlino (Itb). La nostra idea è puntare ad un’immagine coordinata ed unitaria e per farlo abbiamo messo insieme un po’ di stakeholder privati”.