L’Italia, e la Sicilia in particolare, sono i sogni di ogni turista medio nel mondo. E secondo gli ultimi trend è in crescita il turismo sanitario e termale.
Un mercato che da solo vale oltre 100 miliardi di dollari l’anno e che fa spostare almeno 11 milioni di turisti.

Si tratta di turisti che cercano servizi di qualità, attenzioni e senza disdegnare la possibilità di alloggiare durante il periodo di assistenza in un luogo con interesse storico, culturale o con bellezze naturali. A indicare la possibilità di intercettare questo trend è il disegno di legge delega sul turismo che la Camera ha appena approvato.

Tra le misuse incluse nella nuova norma ci sono quelle per i «settori turistici emergenti» anche «il turismo sanitario e termale. Tipologie di turismo che si basano sull’idea di un’offerta di viaggio e di permanenza finalizzata alla cura della salute e alla ricerca del benessere. Una forma di turismo che prevede trattamenti specifici e l’assistenza di personale medico professionalmente qualificato».

Nella stessa delega che prevede anche novità per le guide turistiche (previsto un riordino), l’introduzione di un codice identificativo anti abusivi per tutte le strutture ricettive (codice introdotto nel decreto crescita) e una restyling del sistema a stelle per gli alberghi si prevedono anche misure per promuovere il turismo accessibile (quello rivolto ai disabili), il turismo esperenziale e quello cosiddetto delle radici , «basato sullo sviluppo di un’offerta turistica di ritorno volta a promuovere e a favorire la riscoperta delle proprie radici da parte delle comunità di italiani residenti all’estero».

L’isola di Sicilia è ricca di acque e di energia sotterranea. E la Sicilia termale è un itinerario per scoprire una Sicilia forse meno conosciuta e di grande fascino. Splendidi paesi che offrono sorgenti termali in cui poter rigenerare il corpo e la mente sono caratterizzati da luoghi artistici, una cultura, millenaria e ottimo cibo.

In Sicilia sono tante le terme già attive e che attirano tanti turisti termali, tra cui le Terme Segestane e di Castellammare del Golfo, le terme di Vulcano e le Terme di Sciacca. Ci sono poi le terme Acqua Pia di Montevago, Termini Imerese, Alì Terme a Messina e le Terme di Acireale. Come non nominare poi le bellissime aree con acqua calda di Pantelleria. Tantissime più sono sull’isola i centri benessere e i Resort con spa.

Anche Federterme promuove il sostegno al turismo sanitario sottolineando che la reputazione, le potenzialità e l’attrattività del sistema termale italiano può contribuire ad attrarre 3,5 milioni di cittadini europei che potrebbero venire in Italia per turismo della salute.

Ricevi tutte le news

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui