Home Ambiente A Castellammare del Golfo un mare cristallino da paradiso: boom di turisti

A Castellammare del Golfo un mare cristallino da paradiso: boom di turisti

0
Castellammare del Golfo

Castellammare del Golfo è un paese strategico per chi vuole andare in vacanza nella bellissima zona del Trapanese. Una spiaggia lunga e dorata e un mar pulito e cristallino fanno di Castellammare una meta molto amata dai siciliani.

Il centro in provincia di Trapani è il punto di partenza di tantissime gite nel Trapanese via mare e via terra e ha conosciuto negli ultimi anni un grande boom turistico. Lo dimostrano i ricavi della tassa di soggiorno: secondo i dati dell’assessorato al Turismo nel 2018 sono stati riscossi 185 mila euro più o meno quanto nel 2017. Una cifra indicativa di un movimento di presenze interessante.

Castellammare è d’altronde la base ideale per le escursioni verso lo Zingaro e le altre bellissime spiagge. Una tra tutti quella di San Vito lo Capo eletta la spiaggia più bella d’Italia da Legambiente.  Via terra oppure con un meraviglioso tour via mare in barca. E il suo porto è noto non solo per la flotta di pescherecci ma anche come approdo per le imbarcazioni da diporto dei turisti che si fermano a gustare una cena gourmet di pesce prima di fare rotta verso le Egadi o Scopello e San Vito lo Capo.

Una cala molto bella prima di arrivare allo Zingaro è Guidaloca ma anche Cala Mazzo di Sciacca.

Di non minore attrazione la pasticceria, con in testa le famose cassatelle alla ricotta, uno dei dolci più famosi di tutta la Sicilia e che attrae numerosi palermitani e turisti.

Situata in un tratto di costa dove le alte pareti rocciose si intervallano a spiagge sabbiose ed intime calette è la base perfetta per un numero infinito di tour. Sono possibili infatti tante escursioni emozionanti o via terra oppure via mare con le barche. Castellammare del Golfo è entrata nell’Olimpo del turismo grazie anche allo sviluppo turistico complessivo del Trapanese, essendo anche punto di passaggio verso lo Zingaro e San Vito. Secondo molti portali di ricerca, è infatti tra le prime città di mare preferite. Il riconoscimento è arrivato a premiare un comprensorio tra i più affascinanti della Sicilia e che sta conoscendo un grande sviluppo delle presenze e delle prenotazioni alberghiere.

In passato era la pesca l’attività che portava la maggior parte dello sviluppo e della ricchezza economica, erano attive diverse tonnare fino alla metà degli anni Ottanta che portavano dei grandi vantaggi economici. La Tonnare di Scopello è certamente un luogo da visitare per la sua bellezza.  Infine è diventata una fonte di ricchezza anche il turismo con lo sviluppo di molti B&B, agriturismi e altre strutture ricettive che hanno permesso una maggiore accessibilità sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. La città gode di un clima meraviglioso, estati calde ed inverni mai troppo freddi dove si può godere delle lunghe giornate interminabili. E’ il punto ideale di partenza per numerosi tour verso spiagge, montagne e altre località come ad esempio a Balata di Baida, Guidaloca, Fraginesi, Cala Petrolio e la meravigliosa Tonnara di Scopello una tra le più antiche di tutta l’isola risalente al XIII secolo.

A Castellammare intanto arrivano due giorni dedicati al dolce simbolo della pasticceria siciliana con la sagra del cannolo. Sabato 29 e domenica 30 giugno in piazza Petrolo a Castellammare del Golfo. Organizzata dall’associazione STS con il patrocinio del Comune la due giorni sarà inaugurata sabato 29 giugno alle ore 17,30. Sarà possibile degustare i vari tipi di cannolo proposti dalle pasticcerie che saranno presenti negli stand in piazza.

Articolo precedenteAltro che Spa, acque calde e naturali a Pantelleria: centro benessere a cielo aperto
Articolo successivoFavignana è il paradiso in terra, a Cala Azzurra il mare è caraibico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui