Sono stati lanciati dall’automobile in corsa e solo per un miracolo sono vivi. È la triste storia di due cagnolini abbandonati sul lungomare di Carinii.

Ad accorgersi del gesto di un automobilista è stato un agente della polizia municipale che attraverso il sistema di videosorveglianza “Aquila”, ha notato l’uomo a bordo dell’auto rallentare e poi lanciare un contenitore. Il poliziotto ha così ha lanciato l’allarme. Gli agenti, increduli, hanno accertato che si trattava di una cuccia: all’interno due cagnolini meticci, destinati così a morte sicura.

La pattuglia ha avvisato il comandante che ha disposto subito l’acquisizione delle immagini dal sistema e l’identificazione, tramite il numero di targa, del proprietario dell’autovettura che sarà ora sottoposto alle indagini di polizia giudiziaria.

Il responsabile ora rischia l’arresto fino ad un anno o l’ammenda da mille a diecimila euro, per il reato di abbandono di animali previsto dall’articolo 727 del codice penale. I cuccioli sono stati assistiti ed affidati al canile sanitario di Carini.

Ricevi tutte le news

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui