The news is by your side.

Non raccoglie le feci del proprio cane, scatta la multa salata a Palermo

0

Sono oltre 450 le multe inflitte ai “sporcaccioni” dalla polizia municipale di Palermo impegnata nel contrasto al conferimento selvaggio dei rifiuti e nel rispetto della raccolta differenziata.

Nei giorni scorsi gli agenti hanno controllato 25 siti e sanzionato 22 persone che conferivano i rifiuti irregolarmente. Gli uomini del nucleo tutela e vivibilità urbana, in abiti civili e auto civetta hanno comminato 12 sanzioni da 166,67 euro per conferimento fuori orario: 5 in via Paruta, due in via Armida, una in via Ugo La Malfa, una in via dell’Autonomia Siciliana, una in viale Regione Siciliana, una in via Galletti, un’altra a Tommaso Natale. In via Aurelio Drago la polizia municipale hanno anche multato un uomo che non ha raccolto da terra gli escrementi del proprio cane portato al guinzaglio.

Nei pressi del comando di via Dogali, il conducente di un autocarro, noncurante della vicinanza alla caserma, in pieno giorno in via Agordat è stato beccato mentre gettava materiale di risulta nei cassonetti dei rifiuti solidi urbani ed è stato sanzionato per un importo di 333,34 euro. In viale Regione Siciliana il conducente di un altro veicolo è stato sanzionato per un importo di 516,67 euro perché privo di formulario per il trasporto dei rifiuti. Nelle zone in cui è attiva la raccolta differenziata hanno elevato 6 sanzioni da 50 euro, di cui quattro per promiscuità dei rifiuti differenziabili e due per abbandono dei sacchetti per terra. Il proprietario di uno scarrabile, privo di autorizzazioni, è stato sanzionato per occupazione di suolo pubblico abusiva per un importo di 172 euro.

Dall’inizio dell’anno sono 852 i controlli sulla regolarità del conferimento e 452 sanzioni, di cui la maggior parte, 230, per irregolarità nel conferimento dei rifiuti differenziabili, 161 per conferimento fuori orario, il resto per abbandono di ingombranti, trasporto di rifiuti pericolosi e non, mancanza di formulario a bordo del mezzo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.