La uccide a sprangate e la getta in un fossato, arrestato un palermitano

Sarebbe stato un palermitano di 41 anni ad uccidere una donna nigeriana trovata morta ieri mattina nel Modenese. L’uomo non avrebbe

Sembra essere risolto il giallo del ritrovamento del corpo della 40enne Benedita Dan ad Albareto, piccolo comune dell’hinterland di Modena. Leopoldo Scalici, un disoccupato originario di Palermo ha deciso di costituirsi qualche ora dopo la scoperta del corpo. Il 41 enne si è recato nella caserma dei carabinieri ed ha confessato.

Scalici avrebbe ammesso di aver commesso l’omicidio della donna, una prostituta, in seguito ad un raptus d’ira. Il palermitano, dopo l’interrogatorio da parte della Procura, è stato quindi sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri la nigeriana sarebbe stata abbandonata seminuda nelle campagne da Scalici dopo essere stata colpita più volte alla testa e al volto con una spranga di ferro. A notare il corpo della donna all’interno di un fossato è stato passante.

Il sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento del sito acconsenti all"uso dei cookie ACCETTO più info

Politica sui Cookie